Titolo+CondividiSu
Titolo CondividiSu

Piccoli editori

Si pubblica il D.M. n. 364 del 30.07.2020 recante "Riparto di quota parte del Fondo emergenze imprese e istituzioni culturali di cui all’articolo 183, comma 2, del decreto-legge n. 34 del 2020 per il sostegno dei piccoli editori".
Le risorse verranno ripartite tra i beneficiari nella misura pari all’1% del fatturato dell’anno 2019, e comunque, in misura non superiore a 20 mila euro per ciascun beneficiario. Qualora il totale teorico dei contributi da erogare sia superiore alla disponibilità effettiva delle risorse di cui all’articolo 1 del D.M. n. 364 del 30.07.2020, la Direzione generale Biblioteche e diritto d’autore provvede al ricalcolo proporzionale per tutti i richiedenti ammessi.

Possono presentare domanda di contributo le imprese con codice ATECO principale 58.11.00 in possesso dei seguenti requisiti: 

  • avere sede legale in Italia;
  • rientrare nella categoria di microimpresa autonoma, come definita dal decreto del Ministro delle attività produttive 18 aprile 2005;
  • risultare iscritti alla Camera di commercio industria artigianato e agricoltura;
  • aver pubblicato almeno 10 novità editoriali nel 2019;
  • essere in regola con gli obblighi in materia di contribuzione previdenziale, fiscale, assicurativa;
  • assenza di procedure fallimentari.

Le istanze potranno essere presentate, come da Decreto Dirigenziale Rep. n.573 del 3 settembre 2020esclusivamente a mezzo PEC all’indirizzo mbac-dg-bic.piccolieditori@mailcert.beniculturali.it, utilizzando la modulistica predisposta dalla Direzione generale Biblioteche e diritto d’autore:

Modello di domanda (contenente anche le linee guida)
Modello excel (Per chi usa software open source, si consiglia LibreOffice)

Riapertura termini al 30 settembre 2020 per la presentazione delle istanze.

Si suggerisce altresì di consultare la sezione dedicata alle FAQ.

Le richieste di assistenza e informazione per la compilazione e l'invio delle domande possono essere inviate all’indirizzo email:
piccolieditori2020@beniculturali.it   

Condividi su:

torna all'inizio del contenuto